Carlo Pernat a Casa Base: “il decimo titolo di Valentino? Dipende dalla moto”

Lunedì 28 gennaio Pio Russo ha aperto le porte di Casa Base a Carlo Pernat. A lui si attribuisce la scoperta di talenti quali Max Biaggi e Valentino Rossi. E’ stato il manager di piloti come Loris Capirossi, Andrea Iannone e, nel 2007, Marco Simoncelli. Per tutte queste ragioni e per molto altro, viene considerato una leggenda del Motomondiale.

Si comincia con un’analisi dettagliata delle aspettative che il dirigente sportivo possiede su questo mondiale:

C’è un cambiamento importate in Honda. La Ducati è diventata la moto di riferimento, è superiore alle altre. Sarebbe ora che vincesse un mondiale, dopo quello del 2007. Le sorprese potrebbero arrivare alla Suzuki e vediamo come andrà l’ Aprilia di Iannone.

 

 

Sul numero 46 della Yamaha, Valentino Rossi, dichiara:

E’ l’ unico che si allena tutti i giorni. Per me non ha quarant’anni, ma venticinque. Questo decimo titolo è come un’ Araba Fenice. Se la moto è a posto, se la può giocare.

Non rinuncia alla condizione di attento osservatore, Carlo Pernat, mantenendo viva l’ attenzione sui nuovi talenti del MotoGP:

Bagnaia ha un team molto forte e comincia in condizioni migliori di altri. Come primo anno mi aspetto almeno la sesta o settima posizione.

 

 

Ascolta l’ intervista realizzata da Pio Russo a Carlo Pernat: