Fabrizio Palaferri: “Nuovi linguaggi, senza perdere la nostra identità”

, ,

 

“Il brano “Come i pesci, gli elefanti e le tigri” nasce dall’esigenza di mettere il naso fuori dallo Zecchino d’Oro. Due anni fa siamo stati a Sanremo con i ragazzi dello Stato Sociale, quest’anno abbiamo cantato con Calcutta, abbiamo realizzato collaborazioni con Francesca MichelinGhemon. Stiamo provando a cercare nuovi linguaggi musicali, senza perdere la nostra identità, che tutti conoscono e amano.”

Così Fabrizio PalaFerri spiega a Francesco Sansone, durante l’intervista a #EChiCiFerma, come nasce il nuovo singolo “Come i pesci, gli elefanti e le tigri”, scritto da Tommaso Paradiso dei TheGiornalisti, che vede protagonista il Piccolo Coro Mariele Ventre dell’Antoniano.

 

La tv per i ragazzi

Il successo del Piccolo Coro  è rimasto invariato negli anni, grazie anche al canale youtube, dove sono riproposti i grandi classici della musica dell’Antoniano. Un modo, questo, che va a supplire alla mancanza della “tv dei ragazzi” nella televisione generalista. Una situazione che Palaferri, ci spiega in questa maniera:

“I grandi network hanno abbandonato i programmi per i bambini, per una serie di considerazioni. I bimbi si stanno sempre più spostando sui canali tematici e scelgono da soli  il  palinsesto, decidendo di guardare i cartoni animati e le serie tv nella modalità in download. Questo può essere un pericolo, perché è facile parcheggiare un bambino di fronte a uno schermo e fargli vedere qualunque cosa, magari con messaggi che non sono giusti per loro. Noi ci facciamo sempre grande attenzione e proviamo a tutelare al massimo quello che facciamo. C’è una frase molto bella nella canzone scritta da Tommaso Paradiso, che parla dei bambini come nuvole bianche che vanno nel cielo senza fare rumore. Ecco, l’idea che i bambini ci sono, ma non fanno rumore non vuol dire che dobbiamo dimenticarcene, perché è attraverso loro che possiamo sperare in un mondo migliore.”

 

Lo zecchino d’oro a Dicembre su Rai1

Il Piccolo Coro Mariele Ventre dell’Antoniano a dicembre tornerà nuovamente in tv con la nuova edizione dello Zecchino D’oro, curata ancora da Carlo Conti e il maestro Peppe Vessicchio, e, ne siamo certi, saprà regalarci altri ricordi musicali indelebili.

Ascolta l’intervista completa a Fabrizio Palaferri

Il videoclip di “Come i pesci, gli elefanti e le tigri”