Giorgio Vanni a Radio Base: “L’affetto del pubblico è sempre emozionante”

,

Le sue canzoni sono state, e continuano a essere, la colonna sonora per molti di noi. Le sigle tv che ha cantato sono entrate nei nostri cuori e, ogni volta che le ascoltiamo, non possiamo non cantarle a squarciagola.

“Superman” è stata la prima sigla e da lì Giorgio Vanni non si è più fermato : “Pokemon”, “Dragon Ball”, “Detective Conad”, “I Cavalieri dello zodiaco” e “All’arrembaggio – One Piece” sono diventarti dei sempreverdi della musica italiana, capaci di radunare migliaia di fans ai suoi concerti.

“Toon Tunz” – il nuovo album

Giorgio Vanni, o meglio il “Capitano”, come è chiamato dai suoi fans, non sbaglia un colpo e anche il nuovo progetto discografico, “Toon Tunz”, il cui omonimo singolo è già diventato un vero e proprio tormentone, lo dimostra.

L’album non racchiude  solo i brani storici del “Capitano”, ma anche nuovi pezzi, che mostrano la svolta intrapresa dal cantante. Oltre a “Dragon Ball” e agli altri, si possono ascoltare, fra le altre, le innedite “Supereroi”, e  “Onda dopo onda”.

L’inizio del suo successo

In occasione dell’uscita del nuovo disco, il cantante è stato ospite di Francesco Sansone a #EChiCiFerma, per parlare di questo, del suo percorso musicale e per rispondere alle domande che sono arrivate a Radio Base dai suoi ammiratori.

“Sono arrivato alle sigle tramite Max Longhi. Nel 1998 ci chiamò Alessandra Valeri Manera, produttrice di tutte le sigle più importanti e iniziammo con Superman” ha raccontato Vanni ai nostri microfoni.

Il successo e l’affetto dei fans

Il successo vero e proprio, tuttavia, avvenne con la sigla dei “Pokemon”, che gli fece vincere anche la prima edizione di “Macchemu”, il programma di Italia1 dedicato alle sigle tv e ottenere il grandissimo affetto del pubblico. Ma come lo gestisce tutto questo?

“Si gestisce! (risponde scherzando, ndr) Nel senso che è sempre super emozionante, è una terapia per il cuore e l’ego, anche se devi sempre mantenere i piedi per terra. Devo dire che quando canti come a Napoli al Comicon e fai il record di presenze davanti al parco, ma anche a Salerno, Palermo, Modena e così via, è sempre emozionante perché noti tutti i ricordi belli che io e Max abbiamo contribuito a creare.”

La fine della “tv dei ragazzi” e Youtube

Ricordi che i bambini e gli adolescenti di oggi rischiano di non ritrovarsi fra qualche anno a causa della tv odierna, che ha eliminato la” tv dei ragazzi”, rilegando i cartoni ai canali tematici, dove sono proposti senza sigla o con quella originale. A questo, tuttavia, sembra porre rimedio Youtube, dove lo stesso Vanni ha caricato i brani dedicati a “Dragon Ball Super” o “Pokemon Go”, dedicata all’omonimo gioco.

“Youtube ha rivoluzionato il mondo della comunicazione e riesce a sopperire a cosa di questo tipo, nel senso che  molti ragazzi vanno a sentire la nostra canzone e poi vanno a guardare il cartone.”

Ascolta l’intervista integrale a Giorgio Vanni

Giorgio Vanni ha risposto anche alle domande dei nostri radioascoltatori sulla siglia di “Lupin” interpretata da Moreno  e I Cavalieri dello zodiaco, ma per sapere cosa ha risposto, non vi resta che ascoltare l’intervista integrale.

 

Il video di “Toon Tunz”