La pazza idea di Mattia Briga

, ,

Sembrerebbe una Pazza Idea quella che ha unito una delle più grandi icone della musica italiana come Patty Pravo al rapper Mattia Briga in occasione della sessantanovesima edizione del Festival della canzone italiana. Eppure l’incontro fra i due sembra essere avvenuto in maniera del tutto naturale:

Ci ha invitato a casa sua per un thè – dice Briga –  e la prima cosa che ho domandato a Patty è come dovessi chiamarla, se Nicoletta o Patty.  Lei mi ha detto: “chiamami un po’ come ti pare!”.  Abbiamo subito tagliato la testa al toro!

Mia madre –  confessa il rapper romano – aveva letto che a lei non piaceva essere chiamata Patty e da qui il timore di farla indisporre, ma in realtà è una donna alla quale piace scherzare  e con la quale farsi grandissime risate.

Briga debutterà all’Ariston con Un po’ come la vita, brano che lo vede protagonista anche come autore:

il brano mi è arrivato che esisteva già da qualche anno, non è  totalmente farina del mio sacco, ma mi è piaciuto tantissimo appena l’ho ascoltato.  Così mi sono concesso il lusso di rielaborarne alcune parti e di riscriverne delle strofe.  Questo inoltre è un brano al quale sono molto affezionato perchè lo canto con una diva della musica italiana, una persona alla quale voglio molto bene.

L’artista romano è solito scrivere i propri pezzi anche perchè  la scrittura lo riguarda anche come autore. ha all’attivo due libri: Novocaina (2017) e Non odiare me (2016) entrambi molto apprezzati dal pubblico:

Sono un autore e mi riesce difficile farmi carico delle parole di altri,  preferisco e sono molto più a mio agio quando canto le mie di parole per esprimere meglio il punto di vista sulle cose in generale.

Quello di Sanremo è da sempre stato per Briga il traguardo a cui puntare:

io mi sono prefigurato tutta la vita su un palco come quello di Sanremo e sono felice di poter dimostrare il mio valore in un teatro così importante.

Qui di seguito trovate la video-intervista completa