L’assessore regionale Sonia Palmeri: In Campania un’amministrazione 4.0

, , ,

Rinnovare l’organico della Pubblica Amministrazione campana offrendo un’opportunità a diecimila persone (giovani e non) in un territorio in cui la disoccupazione resta una delle principali emergenze. E’ questo il duplice obiettivo dell’attesissimo maxi-concorso della Regione Campania, fortemente voluto dall’Amministrazione De Luca.  Ne parliamo con Sonia Palmeri, assessore regionale al lavoro e alle risorse umane:

All’interno delle pubblica amministrazione si ravvisava una grande esigenza di ricambio generazionale. In Campania è stimata una mancanza di quasi tredicimila unità lavorative. Per questo motivo il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha voluto fortemente questo concorso. 

La pubblicazione del bando di quello che è stato ormai definito Maxi Concorso è prevista nella settimana che va dal 13 al 20 giugno e riguarda ben 16 profili senza limiti d’età. Diecimila posti di lavoro – dice l’assessore Palmeri – che dovranno rispondere alla domanda sempre più incalzante di un mercato economico in rapida crescita ed evoluzione. I candidati dovranno quindi essere consapevoli che potrebbero ricoprire non solo ruoli già attualmente occupati, ma che risponderanno anche all’esigenza di crearne di nuovi:

sostituiranno persone che dopo una vita dedita alla pubblica amministrazione andranno in pensione. Un ricambio fa bene non solo per l’erogazione di servizi ma anche agli operatori commerciali. Alle esigenze del mercato economico attuale deve rispondere un’amministrazione che guarda avanti, un’amministrazione 4.0. 

Sembra esserci un disallineamento fra la formazione, offerta dalla scuola, e il mercato del lavoro. Un problema che va affrontato – secondo l’assessore al lavoro e alle risorse umane della Regione Campania – attraverso sapienti misure ed incentivi. Fra le tante messe a punto dalla Regione c’è Garanzia Giovani, misura europea che tutela i giovani fino ai 29 anni, dando loro opportunità di formazione, assunzione e talvolta di auto-imprenditorialità. Si contano circa 35.000 assunzioni realizzate proprio grazie a questo piano.

Senza contare le 546 piccole imprese nate in Campania grazie al self-employment, misura che incoraggia e sostiene la realizzazione di imprese per i giovani dai 18 ai 29 anni:   Imprese fatte dai giovani  – afferma  l’assessore regionale Sonia Palmeri – che hanno aperto il cassetto dei desideri e hanno visto le proprie idee diventare realtà.

L’assessore Palmeri ricorda che non è indispensabile porre l’attenzione solo all’occupazione giovanile, ma è cruciale reintegrare anche tutti coloro i quali sono stati esclusi dal lavoro. Chi è stato licenziato e ha ormai esaurito anche gli ammortizzatori e si trova senza alcuna fonte di reddito:

Ritrovarsi licenziati all’età di 43 – 44 anni diventa complicato, il mondo del lavoro è spietato e adotta nuove tecnologie per cui vi è necessità di riqualificare i lavoratori.

A tale scopo la Regione Campania ha introdotto “FARS(SI) impresa 2018 – Ricomincio da me: intraprendo e lavoro”. Misura atta a favorire il reinserimento nel mercato del lavoro dei soggetti privi di ogni forma di sostegno. Stanziando 25 mila euro, a fondo perduto, sono nate 131 nuove aziende.

Qui di seguito potete ascoltare l’intervista completa all’assessore Sonia Palmeri: