“Martino”- il cast del cortometraggio si racconta a Radio Base

, ,

Il regista Luigi Di Domenico e gli attori Danilo Napoli e Carlo Cutolo hanno presentato a Radio Base “Martino”, il cortometraggio che ha fatto incetta di premi all’edizione 2019 del Festival Salerno in Cortocircuito.

“Martino” racconta il disagio di quelle realtà, dove rubare e spacciare diventa indispensabile per un ragazzo che vuole evitare a una madre di spezzarsi la schiena.

“In questi anni ho avuto modo di frequentare persone che, purtroppo, come il protagonista del film, sono state costrette a vivere una vita particolare. Ho deciso, quindi, di dare loro voce, cercando di fare arrivare il loro grido a tutti”, ha spiegato il regista Luigi Di Domenico a Mariana Somma e Francesco Sansone.

 

Martino e le due facce della stessa medaglia

Un film intenso, che mostra due facce della stessa medaglia. Da una parte Martino e dall’altra lo psicologo che lo segue. Due giovani cresciuti nello stesso ambiente, ma che hanno intrapreso due strade diverse.

“Lo psicologo, quando Martino ammette di aver accoltellato un ragazzo di colore, si interessa del ragazzo e si riguarda nel suo passato. Capisce che ognuno di noi arriva a fare delle strade negative, ma che poi bisogna uscirne in un modo o nell’altro.” ha affermato l’attore  Carlo Cutolo.

Un cortometraggio vincente

 “Martino” ha ricevuto tre premi al Salerno Cortocircuito, fra i quali il Premio come Miglior corto e il Premio della Giuria. Nel 2018, inoltre, ha ricevuto il premio finalisti al Premio Nickelodeon.

“Questo set per me è stato una cosa una cosa fenomenale e lo porterò sempre nel cuore”,  ha affermato Danilo Napoli, che al Festival Salerno in Cortocircuito ha vinto il premio come miglior attore, per la sua interpretazione di Martino.

Un film, dunque, che ha saputo conquistare sia gli addetti ai lavori sia il pubblico:

“Non c’è soddisfazione più grande di essere in sala e vedere le reazioni del pubblico e i sospiri dove li volevi, le risate dove li volevi, il silenzio tombale dove lo volevi”, ha detto il regista.

E alla domanda, che è anche il punto centrale del film, “fra dieci anni dove sarete?”, Luigi Di Domenico, Danilo Napoli e Carlo Cutolo ci hanno risposto alla “Martino”: “Nun ‘o saccio”.

Guarda l’intervista integrale