Oscars 2019: è Green Book il film dell’anno. Trionfo per Bohemian Rhapsody

, ,

Alle 02:00 (ora italiana) si accendono le luci del Dolby Theatre di Los Angeles per la 91^ Notte degli Oscar. Alle 02:03 vediamo già la prima standing ovation. Sono i Queen ad aprire la serata sulle note di We will rock you e We are the Champions. “Wellcome to the Oscars”, l’urlo di Adam Lambert, nuova voce del gruppo e finalista di American Idol nel 2009, dà ufficialmente inizio alla notte delle Stelle.

 

 

Il film dell’anno è Green Book che porta a casa tre statuette su cinque nomination, tra cui miglior attore non protagonista Mahershala Ali. Stesso numero di premi, ma su dieci nomination, anche per il favorito Roma, il regista messicano Alfonso Cuaron vince per la seconda volta l’Oscar nella sua categoria.

 

 

La Favorita, che con Roma condivideva la medesima quantità di nomination, porta a casa solo il premio per la migliore attrice protagonista. Olivia Colman  strappa, infatti, l’Oscar a Glenn Close e Lady Gaga, le due contendenti più papabili.

 

 

Un Oscar a testa per Vice e A star is born, rispettivamente miglior trucco e miglior canzone. Con cinque nomination e quattro premi vinti, il vero vincitore di questa edizione è Bohemian Rhapsody. Il biopic su Freddie Mercury vede trionfare nella categoria ‘miglior attore protagonista’ Rami Malek, spodestando i favoriti Viggo Mortesen e Christian Bale.

 

 

Tra i momenti musicali, il più apprezzato è stato sicuramente il duetto tra Lady Gaga e Bradley Cooper.

 

 

L’Italia fuori dalle nomination, ma l’Academy ha saputo ugualmente rendere omaggio alle nostre Stelle, durante l’In Memoriam, il momento in cui si ricordano gli artisti scomparsi nell’ultimo anno. Tra i volti proposti, anche Bernardo Bertolucci e Vittorio Taviani.

Di seguito tutti i voncitori:

Miglior film
A Star is Born
BlacKkKlansman
Black Panther
Bohemian Rapsody
La favorita
Green Book
Roma
Vice

Miglior regia
Adam McKay, Vice
Alfonso Cuarón, Roma
Pawel Pawlikowski, Cold War
Spike Lee, BlacKkKlansman
Yorgos Lanthimos, La favorita

Miglior attore protagonista
Bradley Cooper, A Star Is Born
Christian Bale, Vice
Rami Malek, Bohemian Rhapsody
Viggo Mortensen, Green Book
Willem Dafoe, Sulla soglia dell’eternità

Miglior attrice protagonista
Glenn Close, The Wife
Lady Gaga, A Star Is Born
Melissa McCarthy, Can You Ever Forgive Me?
Olivia Colman, La favorita
Yalitza Aparicio, Roma

Miglior film d’animazione
Gli Incredibili 2
Isola dei Cani
Mirai
Ralph Spacca Internet
Spider-Man: Into the Spider-Verse

Miglior documentario
Free Solo
Hale County this morning, this evening
Minding the gap
Of fathers and sons
RBG

Miglior film straniero
Germania, Never Look Away
Giappone, Shoplifters
Libano, Capernaum
Messico, Roma
Polonia, Cold War

Miglior sceneggiatura originale
First Reformed
Green Book
La favorita
Roma
Vice

Miglior cortometraggio documentario
Black Sheep
End Game
Lifeboat
A night at the garden
Period. End of sentence

Miglior canzone
“All The Stars”, Black Panther
“I’ll Fight”, RBG
“Shallow”, A Star is Born
“The Place Where Lost Things Go”, Il ritorno di Mary Poppins
“When A Cowboy Trades His Spurs For Wings”, La ballata di Buster Scruggs

Miglior sceneggiatura non originale
Spike Lee, BlacKkKlansman
Joel e Ethan Coen, La ballata di Buster Scruggs
Nicole Holofcener e Jeff Witty, Can you ever forgive me?
Barry Jenkins, Se la strada potesse parlare
Eric Roth, Bradley Cooper, Will Fetters, A Star is born

Miglior trucco e acconciature
Border
Maria Regina di Scozia
Vice

Migliore scenografia
Black Panther
La favorita
First Man
Il ritorno di Mary Poppins
Roma

Miglior effetti speciali 
Avengers: Infinity War
Cristopher Robin
First Man
Ready Player One
Solo: A Star Wars Story

Miglior fotografia
Cold War
La favorita
Never look away
Roma
A Star is Born

Miglior attore non protagonista
Adam Driver, BlacKkKlansman
Mahershala Ali, Green Book
Richard E. Grant, Can You Ever Forgive Me?
Sam Elliott, A Star Is Born
Sam Rockwell, Vice

Miglior attrice non protagonista
Amy Adams, Vice
Emma Stone, La favorita
Regina King, Se la strada potesse parlare 
Rachel Weisz, La favorita
Marina de Tavira, Roma

Migliori costumi
La ballata di Buster Scruggs
Black Panther
La Favorita
Il ritorno di Mary Poppins
Maria Regina di Scozia

Miglior montaggio
BlacKkKlansman
Bohemian Rhapsody
Green Book
La favorita
Vice

Miglior colonna sonora originale
Black Panther
BlacKkKlansman
Se la strada potesse parlare
L’isola dei cani
Il ritorno di Mary Poppins

Miglior cortometraggio di animazione
Animal Behaviour
Bao
Late Afternoon
One small step
Weekends

Miglior cortometraggio
Detainment
Fauve
Mother
Marguerite
Skin

Miglior sonoro
Black Panther
Bohemian Rhapsody
First Man
A quiet place
Roma

Miglior montaggio sonoro
Black Panther
A Star is Born
Bohemian Rhapsody
First Man
Roma

Nessun presentatore ufficiale, pochi i momenti politici, ma questa edizione della Notte degli Oscar è stata la più multietnica di sempre, oltre che decisamente godibile.