Paola Turci sul nuovo album ‘Viva da morire’: “E’ sentire forte la vita”

,

A due anni da “Il secondo cuore”, Paola Turci torna con un nuovo album. “Viva da morire”, disponibile dal 15 marzo, contiene dieci nuove tracce tra cui L’ultimo ostacolo, presentata all’ultimo Festival di Sanremo, e la title track del disco, in rotazione radiofonica dall’otto marzo.

L’artista romana, ospite di Civico 15, ha raccontato il suo ultimo lavoro discografico:

Non è un album concettuale come Il Secondo cuore, che era autobiografico. Questo contiene pezzi di vita e racconti, ma mixati, non collegati l’uno con l’altro. Ci vogliono tutte le canzoni per rappresentarlo.

E’ ormai noto il periodo difficile che l’interprete di successi quali “Questione di sguardi”, “Fatti bella per te” e tanti altri, ha dovuto affrontare a seguito di un grave incidente d’auto che le lasciò parte del volto sfigurato. Anni dopo, abbiamo assistito ad una vera e propria rinascita, sia personale che artistica. Rinascita che dura ancora adesso e della quale è intriso il suo ultimo album. La prima cosa che colpisce è, senza dubbio, il titolo del disco. Viva da morire rappresenta un ossimoro interessante sul quale non abbiamo potuto fare a meno di interrogare la nostra ospite:

E’ sentire forte la vita, questo regalo assolutamente non scontato del vivere. Vuol dire sbagliare e riprovare. Rialzarsi. La vita mi ha messo davanti ostacoli apparentemente insormontabili.

 

 

Paola Turci, come ci racconta, nasce interprete e successivamente diviene autrice. Viva da morire vanta la collaborazione di diversi autori, tra questi Nek e Shade. Ma quale delle due dimensioni è la sua preferita?

Mi piace la dimensione dell’interprete, ma è più complesso essere autore.

L’ultimo singolo, che dà il titolo al disco, possiede un testo cucito su misura per lei, anche se la realizzazione appartiene ad un altro autore, si tratta del rapper Pula+ . E’ qui che incontriamo la linea sottile tra il suo essere interprete e il suo essere autrice:

 Ogni canzone può essere un’ispirazione. L’ultimo ostacolo mi ha ispirato dal primo verso e mi ha portato verso un’altra direzione. Può succedere di collaborare con autori disponibili a mescolarsi con me, ma questa è un po’ la mia cifra. Tutti sanno che io intervengo, ci metto sempre le mani, ma è inevitabile. Le canzoni le sento in modo particolare , soprattutto quando le canto io.

Il tour negli store porterà Paola Turci a La Feltrinelli di Napoli, in Piazza dei Martiri, sabato 23 marzo alle 18. Per ascoltarla dal vivo, il pubblico campano dovrà aspettare la fine del 2019. Il 2 dicembre, infatti, si esibirà al Teatro Augusteo di Napoli.

Nel frattempo, qui trovate l’intervista realizzata da Stefy a Paola Turci: