RIVOGLIAMO RITA SPERANZA AD AMICI!

,

Amici perde punti. Il ritorno di Rita Speranza gioverebbe? AI POSTERI L’ARDUA SENTENZA.

L’ex opinionista di Maria De Filippi si sfoga ai microfoni di Radio Base parlandoci del suo legame indissolubile con il programma che fino a poco tempo fa regnava indiscusso tra i vari palinsesti. Ora non è più cosi. Lo dicono i dati dello share che vedono il concorrente Ballando con le stelle superare di qualche punto il programma Mediaset.

Parlando di Ballando con le stelle: “Io sono contro Milly Carlucci e sono contro quel programma, lo ritengo obsoleto. Siamo stanchi, non è più come all’inizio. Ora le stelle di ballando le andiamo a cercare nei gossip.”

Parlando invece di Amici, il nostro MASANIELLO IN GONNELLA è stato molto critico non solo nei confronti dei ragazzi ma anche verso i direttori artistici, Ricky Martin e Vittorio Grigolo, non ritenuti  non idonei alla mansione richiesta.

Anche la scelta degli ospiti secondo la prof non supporta adeguatamente i ragazzi in gara.

Zero per Pio e Amedeo: “Ridicoli, inutili e insulsi. Hanno squalificato il programma con la loro comicità.”

“Un ex discografico con qualche insuccesso non da poco” Rudy Zerbi.

“Una mancata Carla Fracci che nella sua vita ha fatto tutto tranne che la ballerina, se non essere la nipote di Adriano Celentano. L’ho vista il primo anno seduta in un angolo perché doveva imparare, poi rimasi stupita di vederla seduta insieme ai prof” Alessandra Celentano.

“Una grande rockstar ma con un trascorso di vita altalenante” Loredana Bertè .

Secondo Rita Speranza i giudizi di queste tre figure sono macigni che non aiutano i ragazzi, non sono spronati nel modo giusto.

In che modo Amici ptornerà  a primeggiare nel palinsesto della prima serata del sabato sera? Quali cambiamenti saranno necessari affinché lo share decolli? 

Un eventuale ritorno di Rita Speranza gioverebbe? La risposta noi non l’abbiamo, ma siamo sicuri che con la sua proverbiale schiettezza e con il carattere che la contraddistingue da anni, un cambiamento ci sarebbe. AI POSTERI L’ARDUA SENTENZA.

Ecco il podcast dell’intervista: