Tavo: “Con “Annabelle” ho ridato voce a due persone dimenticate, ma che hanno amato come noi”

,

“Annabelle” è il nuovo inedito di Tavo, il cantautore alessandrino, che, grazie al suo album di esordio “Funambolo”, è stato definito da riviste di settore  come “Uno dei profili più interessanti del panorama indie italiano”.

Sono giù diversi i riconoscimenti ottenuti dal cantautore, fra i quali “Miglior performance live” e “Roster artista rappresentante Soundreef”. 

Tavo ritorna con “Annabelle”, primo singolo di un album in fase di lavorazione, in cui racconta di un amore difficile, di un amore “d’altri tempi”, ispirato da una lettera del 1800 trovata nella sua vecchia casa.

A tal proposito, il giovane cantante racconta:

«Leggendo tutta la lettera sono venuto a conoscenza di una storia d’amore che poi ho romanzato. Seppure scritta quasi duecento anni fa, tra le righe ho trovato, sentimenti, paure e volontà molto attuali. Tutti vogliamo tornare indietro per cancellare un errore commesso nel passato convinti di avere sempre tempo. Ma il tempo non è mai generoso. Mi è sembrato bello poter ridare voce a due persone ormai dimenticate che come tutti noi hanno amato, sognato e sperato».

Di seguito l’intervista