Una chiacchierata con Ghemon a poche ore dal Festival

, ,

Abbiamo fatto una chiacchierata con Ghemon, qualche ora prima dell’inizio della 69 edizione del Festival di Sanremo.

Partiamo domandandogli semplicemente come stesse vivendo questa nuova avventura, perché questa per lui sarà la prima partecipazione ufficiale da concorrente (nella scorsa edizione fu ospitato da Roy Paci e Diodato durante la serata dei duetti).

L’abbiamo trovato apparentemente rilassato, anche se il palco dell’Ariston spaventerebbe anche il più veterano tra i veterani.

Possiamo immaginare in lui un mix di emozioni contrastanti, il peso di questa partecipazione, la gioia di essere stato scelto, l’umana paura di commettere qualche errore.

Alla domanda “come mai avesse deciso di duettare con Diodato e i Calibro 35”, il giovane talento avellinese risponde:

“Con Diodato c’è una forte amicizia e stima reciproca, ed era bello ricambiare il favore; i Calibro 35 per me sono i migliori musicisti italiani, quindi queste scelte contribuiranno a dare un vestito totalmente diverso al brano per la serata del Venerdì, che è una serata di gala”.

Successivamente qualche curiosità sui suoi inizi… e sulle sue quasi 600 paia di snikers!

Ecco l’intervista completa: