Zibba: “non ho mai usato la musica per riversarci dentro i miei scazzi”

, ,

Protagonista delle interviste delle 13 di oggi è stato Zibba. Il cantautore è tornato lo scorso gennaio con il singolo “Jager“, a cui è seguito “Due“, cantato in coppia con Ethan.

Durante la chiacchierata,  Zibba ha parlato delle tante collaborazioni che segnano da sempre la sua carriera. Da quella con Elodie, con cui ha inciso due brani, a quella con Jovanotti, Niccolò Fabi, Michele Bravi, solo per citarne alcuni.

Il cantautore ci ha anche parlato della sua visione della musica.

“Non ho mai usato la musica per riversarci dentro i miei scazzi. Le canzoni, per me, devono parlare d’amore e basta.” 

I due singoli entrano in una nuovo progetto musicale, che da massima visibilità ai brani. Al momento, infatti, l’idea di Zibba è quello di rilasciare le canzoni in solitaria, affinché viaggino e ottengano il successo meritato. E forse, fra qualche tempo, racchiuderle in un album.

“Jager è una canzone che parla di amicizia, di non avere voglia di sentirsi soli in una città, che in fondo, anche quando sembra dare tanto, lascia poco”.  – dice il cantautore  –Due, invece, ci ricorda che non siamo soli. Prima di darsi una colpa o un merito, prima di sentirne il peso, dobbiamo sapere che non siamo i soli a portarlo. Ognuno ha i propri personali macigni, la propria parte di bene e di male in ogni relazione”